Descrizione

“Da quando il jazz esiste si è sempre parlato genericamente di jazz caldo e di jazz freddo…
Non sappiamo bene cosa si intenda con questi due aggettivi, ma pensiamo che il jazz caldo sia quello che piace, che fa battere il piede, che fa cantare e ballare.
Siamo da sempre convinti che il futuro del jazz sia nel passato e ci ispiriamo al jazz reso immortale da Louis Armstrong, Duke Ellington, Billie Holiday, Count Basie e tanti altri che hanno contribuito alla popolarità di questo genere”.

Gli Harlem Swing Society:
GIACOMO MARSON, tromba
ANDREA SIRNA, sax tenore e clarinetto
DAVIDE ROSSI, pianoforte
ANDREA BOTTELLI, chitarra
MARCO ROVERATO, contrabbasso
VITTORIO SICBALDI, batteria

Arca Studios dei Docks Dora, una ballroom degna delle Harlem degli anni ’30! Durante la serata Gas e Alba

La serata è organizzata in collaborazione con Rassegna Concentrica e Teatro della Caduta